La Milano Design Week è stata la manifestazione scelta dall’azienda di mobili di design contemporaneo B & B Italia per presentare le sue novità. Tra questi troviamo tanti divani moderni e la poltrona Almora la prima collaborazione del marchio con lo studio londinese Doshi Levien .

Prende il nome dalla regione indù dalla quale si può godere di una vista mozzafiato dell’Himalaya e, nelle parole dei suoi progettisti, aspira ad essere “un rifugio dal mondo, un luogo da contemplare e leggere”. Si compone di due strutture: una per il sedile e una per lo schienale, entrambe con una forma conica, in materiale plastico verniciato in bianco e supportate su una base girevole in alluminio pressofuso. Il poggiatesta è in legno di quercia curvato con l’interno imbottito. Ma c’è di più … divani moderni alla milano design week

La comparsa della sedia girevole Tabano di Patricia Urquiola , con volumi generosi della seduta e dello schienale, così come le grandi “orecchie”, che nascono dalla preoccupazione di rispondere a criteri di funzionalità e, quindi, comfort, e non solo estetica. Nella base girevole in poliuretano nero o legno di quercia Tabano è presentato o tutto in tessuto o tutto in pelle, o buono con questi stessi materiali combinati tra loro.

divani husk

Husk, una famiglia numerosa anch’essa progettata da Patricia Urquiola, è formata da poltrone in varie versioni e che si estendeva fino alla notte con il letto che è stato presentato l’anno scorso, ora estende il suo percorso con un nuovo divano. Husk Sofa è il frutto di una serie di cuscini non solo nel sedile, ma anche nel endorsement e in

Husk bb italia

Sì bene le braccia e lo schienale sono molto alti, non sono al punto che impediscono allo sguardo di osservare tutto ciò che li circonda. Protettore e confortevole senza creare barriere isolanti, Husk-Sofa ha una profondità singola (102 cm) e due lunghezze (225 cm e 261 cm) che sono differenziata dal singolo cuscino nella versione più corta, o divisa in due, nella variante più lunga.

tavoli bottone

Tavolini Tavoli pulsanti di Londoners Barber & Osgerby hanno notato per forme morbide, molto calibrate e dettagli meticolosi. Basi cilindriche laccate sono leggermente rastremate nella parte inferiore, addolcendo la loro geometria. Ci sono tre varianti, due con controsoffitti ovali e un giro. Tutti i controsoffitti sono in marmo, la cui canzone elevata assomiglia a quella di un vassoio.

Un altro progetto del duo londinese è il tavolo Tobi-Ishi che rompe con la tavola rotonda tradizionale supportata su un supporto centrale. Questa versione bassa è realizzata in rovere con quattro finiture: trasparente, grigio, nero e fumigato. Una scelta che vuole esaltare l’aspetto naturale e artigianale di un tavolino senza angoli che, grazie alle sue forme arrotondate, è molto pratico se posizionato davanti ad un divano.

Se nella sua prima apparizione nel gennaio 2014, la serie Mirto ideata da Antonio Citterio era destinata all’esterno, attualmente offre quattro diversi tipi di seat indoor . Sedia, sedia con braccioli e poltroncina, tutti con struttura in alluminio spazzolato lucido o cromato nero, e pelle nera o naturale, con una trama speciale per sedile, schienale e braccioli. I tavoli nella nuova versione per interni sono presentati con una finitura nera e una lastra di vetro dipinto.

Citterio ha anche reinterpretato un classico dell’azienda: il sistema di sedili Solo’14 . In questa nuova versione, un profilo live skin sottolinea il movimento delle linee: un dettaglio haute couture che ammorbidisce la severità della prima versione. Il profilo può essere scelto in abbinamento o in contrasto giocando con i quattro colori disponibili: naturale, marrone scuro, nero e grigio. La struttura è in alluminio in tre diverse finiture: Spazzolato spazzolato, nero cromato o nichel.

Nel nuovo Metropolitan ’14, di Jeffrey Bernett, nelle sue due versioni, con supporto basso o alto i volumi diventano più sottili, le superfici più fluide Le alte cuciture sartoriali sottolineano alcuni punti chiave e il cuscino del sedile è stato completamente integrato. Entrambi i sedili sono girevoli e sono presentati con un poggiapiedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *