Va notato che i tre principali candidati alla presidenza presidenziale hanno come tema prioritario l'alloggio, quindi propongono, tra le altre cose, l'aumento della capacità di acquisto attraverso sussidi, riorganizzazione urbana e regolarizzazione immobiliare.

Le migliori proposte di alloggi dei candidati presidenziali

Il coordinamento abitativo di Ricardo Anaya, candidato alla presidenza per la collazione "Por México al Frente", ha tra le sue principali proposte l'attuazione di un sistema nazionale di Raccolta in modo che le istituzioni – come Infonavit o Fovissste – che concedono prestiti abbiano la certezza del pagamento e il rischio di aumentare il loro portafoglio scaduto viene ridotto. Allo stesso modo, la capacità di acquisto sarebbe aumentata attraverso un reddito universale di base, un aumento di stipendio e sussidi, tra le altre misure.

La strategia abitativa del candidato della coalizione "Todos por México", José Antonio Meade, ruota intorno alla creazione di comunità con qualità della vita e che ogni famiglia è in grado di trovare abitazioni nuove o usate, in vendita o in affitto, in base alle loro esigenze e possibilità economiche. Inoltre, il suo team ha sottolineato l'importanza dei messicani che preservano la libertà di progettare la propria casa e di non sottomettersi ai progetti in serie o "scrivania", in quanto rappresenta un pilastro di felicità nella creazione di un patrimonio

Da parte sua, la proposta del team di Andrés Manuel López Obrador, della coalizione "Juntos Haremos Historia", si basa sulla definizione di circa un milione di quote di abitazioni all'anno in caso di vittoria delle elezioni del prima del prossimo luglio. Propone inoltre la creazione di una banca fondiaria per promuovere l'edilizia sociale nelle aree metropolitane e la creazione di un programma di regolarizzazione a livello nazionale per affrontare il problema dei milioni di lotti che si trovano in una situazione di informalità. [19659004] Entro il 2018, l'Associazione messicana di professionisti del settore immobiliare (AMPI) ha previsto una crescita del 4% nel settore e le prospettive sembrano essere sostenute dallo sviluppo in aree chiave come Bajío e Riviera Maya, la cui attrattiva per gli investimenti esteri aumenta in modo esponenziale; La crescita del settore industriale in aree come San Luis Potosí, Monterrey e Mérida sta anche facendo esplodere l'edilizia abitativa e le dinamiche che ciò comporta.

"Il settore immobiliare è un elemento di vitale importanza in Messico e, come tale, , appare negli ordini del giorno dei candidati presidenziali. È naturale che prima di un cambio di amministrazione, la popolazione abbia qualche incertezza, ma questo mercato ha mostrato la sua forza, anche di fronte alle avversità politiche ed economiche all'interno e all'esterno del paese. La crescita che ha avuto negli ultimi anni è stata buona. Credo che a prescindere dall'esito del processo elettorale che verrà vissuto in pochi giorni, è molto probabile che il settore continui a cercare nuove opportunità di espansione come ha fatto finora ", ha dichiarato Cecilia Furfaro, direttore generale di Vivanuncios.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *